workshop Contemporary Realism

This post is also available in: enEnglish

 

creative workshop Contemporary Realism

by Pasquale Petrucci

 

Il progetto espositivo di fotografie contemporanee denominato “realismo contemporaneo” sostanzialmente è formato  da  scene urbane che appartengono alla nostra quotidianità, assemblate con disinvoltura dalla mano dell’uomo, dalle situazioni atmosferiche, o dalla usura del tempo. Non prevalgono particolari preferenze compositive, l’interesse visivo viene attratto indifferentemente da elementi naturali, urbanistici, strutturali o da qualsiasi forma che per particolari caratteristiche modulari riesce a  sviluppare una piacevole armonia estetica.fotografia L’unica presenza volutamente esclusa è la figura umana. Molto probabilmente è questa esclusione che involontariamente rendono a queste composizione un senso metafisico dove regna la staticità  con una atmosfera silenziosa. Il tutto sembra appartenere ad una enigmatica dimensione della realtà che abitualmente viviamo nella  giornaliera quotidianità .Le uniche manipolazioni   apportate riguardano esclusivamente l’alterazione  tecnica del contrasto e della luminosità ulteriolmente evidenziato con le esaltazioni delle ombre e delle luci. Attraverso le diverse composizioni fotografate si evidenzia una reale iconografia estetica che anagraficamente appartiene al paesaggio urbano  in merito appare coerente  l’inserimento del contenuto in una forma espressiva di arte contemporanea. Complessivamente si tratta di rilevare i valori espressivi che emergono nelle spontanee composizioni urbanistiche che contribuiscono ad identificare meglio la nostra odierna convivenza con il paesaggio urbano. La cronaca fotografica si sviluppa attraverso i vicoli della città in prossimità di spazi isolati dalla centralità cittadina. Molto spesso è anche la natura che con generosità offre inedite composizioni contemporanee. Ma il migliore sostegno sistematicamente  viene concesso dalle composizioni concesse dalle situazioni atmosferiche . Questa estetica contemporanea è composta da una infinità di oggetti di scarto quali: vecchie sedie rotte, cestini, lampade, elettrodomestici vari, tessuti, scarponi, plastica, legno, ceramiche, corredati da una infinità di colori. Il tutto assemblato involontariamente dall’uomo o dalle situazioni atmosferiche. Sono composizioni soggette a ricevere una moltitudine di denominazioni ; composizioni contemporanee, ambientali, di periferia, atmosferiche, urbane, ma tutte confluiscono in un realismo contemporaneo. I riferimenti con l’evoluzione dell’arte sono automaticamente collegati al Realismo ottocentesco con soggetti e tematiche della realtà quotidiana attraverso le sofferenze degli uomini e delle donne vittime dalle ingiustizie sociali a differenza del mio realismo che con attitudini metafisiche esclude completamente la presenza della figura umana. Il risultato è racchiuso in una nuova iconografia della realtà contemporanea con la fusione della composizione con l’urbanizzazione di appartenenza. La composizione individuata sarà ripresa nella sua naturale collocazione e arricchita con ulteriori elementi necessari per dare il proprio contributo a completare la storia visiva del territorio urbano  di appartenenza. La metodologia operativa si svilupperà in itinere attraverso la ricerca di composizioni da inserire a poco a poco nel ciclo creativo.

by Pasquale Petrucci

 

This post is also available in: enEnglish

Posted by: ALINO on Category: arte contemporanea, fotografia contemporanea, galleria arte contemporanea, Non categorizzato